Serie A, diritti tv a Img per 340 milioni a stagione. De Laurentiis: “Mortificante”

Serie A, diritti tv a Img per 340 milioni a stagione. De Laurentiis: “Mortificante”

E’ Img ad aggiudicarsi i diritti tv internazionali a livello globale del campionato di Serie A per il triennio 2018-21. L’assemblea della Lega Serie A ha valutato come il miglior piano industriale l’offerta dell’agenzia, circa 340 milioni di euro a stagione. Una volta completate alcune verifiche formali, i diritti tv saranno formalmente assegnati a Img

De Laurentiis furioso

“Abbiamo ottenuto offerte a dir poco mortificanti, per un grande errore fatto da Tavecchio, Nicoletti e Infront, che è al suo ultimo mandato ma ci crea dei danni”: così il presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis, sulla vendita dei diritti tv internazionali della Lega Serie A. “Essere intorno ai 350, 355 o 360 milioni è molto ridicolo – ha detto -. Sapevo che avremmo aperto buste sufficienti per la fame di soldi di alcuni club ma che avrebbero impedito ai 5 più importanti di diventare competitivi nei prossimi quattro anni”.

Dopo l’apertura delle buste con le offerte degli operatori, De Laurentiis ha lasciato l’assemblea della Lega Serie A e si è presentato in sala stampa parlando per circa sei minuti. “Ve lo dico con estrema serenità, e sono serio, io sono molto deluso – ha esordito -. Lo sapevo che avremmo aperto delle buste che decretavano magari la soddisfazione e la fame di alcuni club di avere dei soldi, ma avrebbero impedito alle cinque più importanti di diventare competitive nei prossimi quattro anni. Di fronte a una Spagna che sta a 680 milioni per l’estero, la Premier o la Bundesliga, noi abbiamo bisogno di recuperare tanti anni di grandi errori, in cui il nostro prodotto all’estero non veniva visto. Abbiamo ottenuto offerte a dir poco mortificanti, per un grande errore fatto da Tavecchio, Nicoletti e Infront. Infront è al suo ultimo mandato, ma ci crea dei danni. Se gli altri fatturano molto più di noi, e noi pensiamo di aver preso solo il doppio dell’ultimo anno, questo non è sufficiente”.

“Infront cura anche gli interessi della Figc, che quindi non andrà mai contro Infront. Dirà sempre ‘bravi, bene, fantastico!’. E tutti vissero felici e contenti”, ha aggiunto il patron del Napoli, che ha contestato l’advisor della Lega Serie A, dicendosi “non incazzato, ma deluso” sui diritti tv esteri. “De Siervo a capo di Infront l’ha messo Renzi, e con tutto il rispetto che ho per Renzi non credo che Luca Lotti sarebbe mai andato contro Infront. C’è tutto questo ingranaggio che fa faticare il calcio italiano”, ha concluso De Laurentiis.

De Siervo minaccia azioni legali

Le parole al vetriolo del presidente del Napoli nei confronti di Infront, hanno infastidito il numero uno dell’advisor della Lega Serie A Luigi De Siervo. “Spesso De Laurentiis si fa prendere dall’euforia e va oltre le righe – ha commentato al termine dell’assemblea di Lega che ha assegnato i diritti televisivi internazionali all’americana Img -. Domani mattina, con calma, dovremmo fare quello che non avremmo voluto fare e chiedere al presidente di rispondere di quello che ha detto in altre sedi”.

Tavecchio serafico

“Le parole di De Laurentiis si commentano da sole”. A dirlo è il commissario straordinario di Lega Serie A, Carlo Tavecchio, commentando le dichiarazioni del presidente del Napoli al termine dell’assemblea straordinaria sull’assegnazione dei diritti televisivi internazionali per i prossimo triennio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *